Dal primo al tre agosto 2013 un membro del Seikoku Kyudo Kai ha partecipato al seminario B di Kyudo organizzato dall’IKYF (International Kyudo Federation) e ospitato dalla FFKT (Fédération Française de Kyudo Traditionnel) svoltosi a Montpellier, in Francia.

Oltre a questo seminario, rivolto ai detentori di secondo, terzo e quarto dan (Nidan, Sandan, Yondan), si sono svolti a Montpellier altri due seminari: il Seminario A per i detentori del quinto dan (Godan) e per gli Shogo, e il Seminario C per i Mudan e per i primi dan (Shodan). Dal tredici al ventidue luglio 2013 si sono inoltre tenuti, sempre con lo stesso schema, altrettanti seminari IKYF a Lilleshall, in Gran Bretagna. Sempre a Montpellier si è infine svolto un seminario analogo riservato agli iscritti alla FFKT(Fédération Française de Kyudo Traditionnel).

La delegazione della All Nippon Kyudo Federation che ha diretto il seminario era composta da:

  • Shoichiro NAKATSUKA, Hanshi Hachi Dan, giudice d’esame e insegnante nazionale della ANKF, Vice Presidente del dipartimento di Tokyo della Federazione di Kyudo giapponese.
  • Kiyoshi KUBOTA, Hanshi Hachi Dan, giudice d’esame e insegnante nazionale della ANKF, Vice Presidente del dipartimento di Iwaki della Federazione di Kyudo giapponese.
  • Hisayuki TOBA, Hanshi Hachi Dan, giudice d’esame e insegnante nazionale della ANKF, Presidente del dipartimento di Iwate della Federazione di Kyudo giapponese.
  • Hiromichi HISADA, Hanshi Hachi Dan, giudice d’esame e insegnante nazionale della ANKF, Vice Consigliere del dipartimento di Tokushima della Federazione di Kyudo giapponese.

Il 30 e 31 luglio si è svolto lo Special Overseas Provisional Chuo Shinsa, l’esame per l’assegnazione dei dan. Queste sono le domande alle quali i candidati hanno dovuto rispondere per la parte di teoria dell’esame:

  • Shodan: spiegare il motivo per il quale avete iniziato a praticare il Kyudo.
  • Nidan: spiegare in quali punti il Kyudo differisce dagli altri sport.
  • Sandan: spiegare le “Posizioni di base” del Kihontai.
  • Yondan: spiegare la costruzione di Kai.
  • Godan: indicare i principali esempi di “Shitsu” e spiegare come devono essere gestiti.

Oltre alla parte teorica l’esame prevedeva una prova pratica che consisteva, come di consueto, nel tirare due frecce seguendo il Taihai ANKF.

I risultati sono stati i seguenti:

Dan Candidati Promossi %
Shodan 31 31 100
Nidan 35 35 100
Sandan 31 5 16
Yondan 25 5 20
Godan 17 1 6
Totale 913 77 55

A partire dal giorno successivo all’esame, nei tre giorni seguenti, si è svolto il seminario diretto dai Maestri giapponesi.

L’organizzazione del seminario è stata ottima e curata nei minimi dettagli. La formula scelta quest’anno, che prevedeva tre seminari anziché uno unico, ha fatto si che il numero di partecipanti per seminario risultasse di gran lunga inferiore a quello degli ultimi anni. Ciò ha sicuramente agevolato sia il compito dei Sensei che dei Kyudoka, che hanno potuto in questo modo sfruttare appieno le possibilità di studio offerte da questo evento.