Associazione Italiana per il KyudoIl Seikoku Kyudo Kai pratica lo stile Shamen della All Nippon Kyudo Federation (Federazione Giapponese di Kyudo). La ANKF prevede due stili: lo stile Shamen e lo stile Shomen. Shamen significa “lateralmente” e indica il sollevamento laterale dell’arco nella fase di Uchiokoshi. Shomen significa invece “centralmente” e indica il sollevamento centrale dell’arco nella fase di Uchiokoshi.

Siamo membri della Associazione Italiana per il Kyudo che a sua volta è federata con la European Kyudo Federation e la International Kyudo Federation (organo internazionale della All Nippon Kyudo Federation).


All Nippon Kyudo FederationLa All Nippon Kyudo Federation (ANKF) è stata fondata nel 1949 con lo scopo promuovere e sviluppare il tiro con l’arco tradizionale giapponese, come parte della cultura tradizionale del paese del sol levante. La ANKF è ormai attiva in Giappone da più di 60 anni e conta 47 organizzazioni affiliate e 130.000 membri di ogni età e sesso. Nel 2006 la ANKF ha svolto un ruolo fondamentale nella creazione della International Kyudo Federation (IKYF). I paesi ad essa affiliati sono oggi 17, inclusa l’Italia che è fra i membri fondatori.

l primo presidente della ANKF, Uno Youzaburo Hanshi, sottolineò i seguenti principi fondamentali:

  • Lo studio dei principi del tiro (Shaho) e dell’arte del tiro (Shagi).
  • L’applicazione di movimenti formalizzati (Taihai) basati sull’etichetta (Rei).

    Rimuovi immagine in evidenza

  • Il miglioramento del livello del tiro (Shakaku) e della dignità del tiro (Shahin).
  • La necessità della ricerca della perfezione come essere umano.

Basandosi su questi ideali la ANKF continua a diffondere il tiro con l’arco tradizionale giapponese in Giappone e nel resto del mondo attraversi la International Kyudo Federation. Nel 1953 fu pubblicato il primo volume del “Manuale di Kyudo” della neonata federazione. Il contenuto è il risultato del lavoro dei più importanti Maestri di tiro con l’arco giapponese dell’epoca (tra i quali Urakami Sakae che all’epoca era caposcuola delle Heki Ryu Insai Ha):

  • Chiba Tanetsugu, Hanshi
  • Uno Youzaburou, Hanshi
  • Urakami Sakae, Hanshi
  • Kaminaga Masakichi, Hanshi
  • Takagi Tasuku, Hanshi

International Kyudo FederationLa International Kyudo Federation (ANKF) è stata fondata nel 2006. Raggruppa la ANKF, le federazioni appartenenti alla EKF, la American Kyudo Renmei (AKR) e altre Federazioni di tutto il mondo. Il suo scopo è la promozione internazionale dell’arte del tiro con l’arco giapponese. Organizza seminari sia in Giappone che all’estero. Nel 2010 a Tokyo si sono svolti i primi campionati del mondo di Kyudo. Tale evento si svolge con cadenza quadriennale. La prossima edizione si svolgerà a Parigi (Francia) nel 2014.


European Kyudo FederationLa European Kyudo Federation (EKF) è stata fondata nel 1980 e l’Italia è uno dei membri fondatori. Un contributo fondamentale alla creazione della EKF è stato dato da Vittorio Rosemberg Colorni, uno dei primi kyudoka italiani. La EKF attualmente raggruppa 19 federazioni nazionali. Annualmente organizza un seminario, presieduto da Maestri giapponesi, e un esame per l’ottenimento dei dan che vanno dal primo al sesto.  Ad anni alterni organizza anche un Taikai (gara) europeo. Attualmente le nazioni europee federate nella EKF sono: Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Islanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito.


Associazione Italiana per il KyudoL’Associazione Italiana per il Kyudo (AIK) è stata fondata nel 1981 e conta 17 gruppi affiliati con sede in: Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Puglia e Sicilia.

E’ l’unica organizzazione riconosciuta in Italia dagli organismi internazionali IKYF (International Kyudo Federation) ed EKF (European Kyudo Federation).


Approfondimenti: