image_pdfimage_print

I seminari primaverili italiani della Heki Ryu Insai Ha quest’anno sono stati diretti dal Maestro Akira Sato. L’organizzazione è stata ottimamente curata dal gruppo Heki Danjo Masatsugou, per il seminario di Roma, e dal Kenzan dojo per gli altri due seminari. Il Maestro è giunto in Italia dopo aver svolto analoghi seminari anche in Germania.

I seminari italiani si sono articolati nelle seguenti sessioni:

  • Sessione 1: 21-23 marzo – Roma
  • Sessione 2: 26-28 marzo – Casorate Sempione (VA)
  • Sessione 3: 29-30 marzo – Casorate Sempione (VA)

Il nostro gruppo ha partecipato alla seconda sessione con tre kyudoka e alla terza con uno. In totale i partecipanti ai due seminari svoltisi a Casorate Sempione sono stati quarantotto, provenienti da Piemonte, Lombardia e Veneto.

Il 25 marzo si è inoltre svolta, nel Shun Pu Kan Kyudojo di Bareggio (MI), un’interessante giornata di studio della pratica del kyudo con il kimono giapponese (wafuku).

Il seminario ha preso il via con l’esecuzione di una cerimonia di apertura Heki Ryu Insai Ha (Yawatashi) eseguita dal Maestro Sato. A seguire tutti i partecipanti si sono sottoposti a una prima verifica del proprio tiro e hanno ricevuto, da Sato Sensei, preziose indicazioni sui punti fondamentali su cui lavorare per migliorare la propria tecnica di tiro. Ai momenti di pratica si sono alternate numerose lezioni teoriche che hanno trattato vari argomenti tra i queli:

  • Rapporto fra mente e corpo durante l’esecuzione il tiro.
  • Differenze fra tiro al makiwara e tiro al mato.
  • Il concetto di chu (centro) nel kyudo inteso sia come centro del bersaglio che come centralità nel corpo durante la pratica del kyudo.
  • La corretta respirazione durante il tiro e le fasi preparatorie.
  • Origini della cerimonia Heki Ryu Insai Ha e differenze  rispetto alle cerimonie di altre scuole.

L’ultimo giorno si è svolta una dimostrazione del tiro da guerra (Tekimae), alla quale ha preso parte Sato Sensei e alcuni arcieri del dojo ospitante.